Delibera n. 348/18/CONS

Discussioni legate al Web, connessioni, provider, Emule, E-mail, reti Lan, Wan, Pan, Wireless, Vpn.
Rispondi
Avatar utente
RunDLL
Senior Member
Senior Member
Messaggi: 94
Iscritto il: 11/07/2018, 23:12
Stato: Non connesso

Delibera n. 348/18/CONS

Messaggio da RunDLL » 05/08/2018, 12:50

Misure attuative per la corretta applicazione dell’articolo 3, commi 1, 2, 3, del Regolamento (UE) n. 2015/2120 che stabilisce misure riguardanti l’accesso a un’internet aperta, con specifico riferimento alla libertà di scelta delle apparecchiature terminali.

Leggi il documento

Utente Cancellato 48
Ospite
Ospite
Stato: Non connesso

Re: Delibera n. 348/18/CONS

Messaggio da Utente Cancellato 48 » 05/08/2018, 16:51

Era nell'aria da un pezzo... Adesso i gestori sono costretti a fornire i parametri di configurazione che non volevano rilasciare...

Avatar utente
Marco78
Senior Member
Senior Member
Messaggi: 46
Iscritto il: 21/07/2018, 23:08
Stato: Non connesso

Re: Delibera n. 348/18/CONS

Messaggio da Marco78 » 09/08/2018, 9:48

Lavorando nel campo ho la mia opinione. Dal momento in cui, per l'utente, sarà possibile l'utilizzo di router compatibili con la (vdsl-leggi fibra FTTC) e/o per la fibra in FTTH, i vari providers saranno si obbligati a fornire i parametri di configurazione anche della parte voIP, ma penso non saranno obbligati a fornire assistenza gratuita ai clienti. Nel senso che, io provider sono obbligato per legge a fornirti i parametri di configurazione del router che ti compri, tu cliente sei obbligato ad acquistare un router che abbia le caratteristiche per poter funzionare sulla linea con specifiche caratteristiche. Io provider se tu cliente non sei in grado di configurarti da solo il router, se vuoi ti do l'assistenza ma mi paghi un tot di euro. Se tu cliente non vuoi pagare per l'assistenza di un router "commerciale", anche se io, provider, ti ho messo a disposizione i parametri, ti rivolgi al produttore o all'amico teNNico o al magico google ecc... Un'altra cosa fondamentale, se tu cliente ti sei voluto comprare un router compatibile con la VDSL/FTTH e ti si guasta, sono ca... tuoi. Ora come ora il cliente che ha il router dell'isp ha la garanzia che se l'apparato gli si guasta, gli viene sostituito gratis (in alcuni casi anche trascorsi i 24 mesi di garanzia).Non credo che produttori tipo AVM (fritzbox), netgear, dlink, tp-link ecc...Solo per fare alcuni nomi, siano disposti a sostituire il router anche dopo i 24 mesi. Se pensiamo che la maggior parte degli utenti, non sono nemmeno in grado di indicare che OS hanno installato, di distinguere una porta ethernet rj45 da una usb, sostengono di usare google come browser ecc...ecc... I vari provider ne avranno giovamento comunque e gli introiti ci saranno ugualmente, dato che a quel punto, il cliente, sarà "obbligato" a ricevere l'assistenza dal proprio ISP. Ne vedremo e sentiremo delle belle...(stay tuned)!
:!: l'antivirus migliore?Quello tra la tastiera e la sedia :!:

Utente Cancellato 48
Ospite
Ospite
Stato: Non connesso

Re: Delibera n. 348/18/CONS

Messaggio da Utente Cancellato 48 » 10/08/2018, 12:11

Marco78 ha scritto:
09/08/2018, 9:48
Lavorando nel campo ho la mia opinione.
E una malcelata paura di perdere il posto di lavoro in TIM o nell'azienda che usa TIM... ;)
Marco78 ha scritto:
09/08/2018, 9:48
Dal momento in cui, per l'utente, sarà possibile l'utilizzo di router compatibili con la (vdsl-leggi fibra FTTC) e/o per la fibra in FTTH, i vari providers saranno si obbligati a fornire i parametri di configurazione anche della parte voIP, ma penso non saranno obbligati a fornire assistenza gratuita ai clienti. Nel senso che, io provider sono obbligato per legge a fornirti i parametri di configurazione del router che ti compri, tu cliente sei obbligato ad acquistare un router che abbia le caratteristiche per poter funzionare sulla linea con specifiche caratteristiche. Io provider se tu cliente non sei in grado di configurarti da solo il router, se vuoi ti do l'assistenza ma mi paghi un tot di euro.
Non ho quotato tutto perché era (perdonami, non offenderti perché non è mia intenzione) +o- il mare di ovvietà di quando liberalizzarono gli apparati al tempo di quando esistevano solo FAX e ADSL a 640kbps con la neonata 7 Mbps... (che era una "signora velocità" per i tempi). ;)

Pur partendo dall'assioma che il mondo è pieno di persone che non sanno di non sapere e non fanno nulla per cambiare la loro condizione culturale, hai raccontato l'equivalente di acquistare un automobile a benzina, metterci del gasolio e incavolarsi con il produttore perché l'auto non parte. :?:

Chi non sa scegliere-gestire l'apparato adatto all'impianto farà quello che ha sempre fatto, cioè acquisterà al doppio o al triplo del prezzo l'apparato fornito e preconfigurato dal gestore e buona notte al secchio.

Chi invece sa dove mettere le mani e scegliere se lo acquisterà facendo un sonoro pernacchio al gestore di turno...

Mancata assistenza (gratuita o non)... garanzia... come se ad oggi le persone facessero affidamento su questo perché certe di averle ... ma dai... :roll: ... ricordo ancora l'assistenza Telecom di quando usavo Aruba come provider ma su doppino Telecom... alla 4a telefonata dell'assistenza Telecoma che mi faceva staccare tutti i filtri ADSL per i test on-line ho semplicemente detto "... i filtri sono già staccati, provi pure ma se non mi mandate un tecnico per verificare la linea parte una bella denuncia per interruzione servizio... ho soldi e tempo per farlo...", il tecnico Telecom (non uno dei subappalti) è partito dalla centrale di zona e si è fatto tutti gli armadi della linea per poi arrivare in casa mia e farsi cadere le braccia nel vedere la presa a muro NTUL Telecom (più o meno questa) montata da un suo collega teNNico Telecom con anche i due bei condensatori che castravano il segnale.

Mi chiese "... ma non è venuto nessuno a vedere?" risposi "No, lei è il primo!". :lol:

Tra strappare via tutto ed avere la linea "a tutta canna" fu un attimo... che sia stata colpa di qualche teNNico? :evil:

LoryOne
Senior Member
Senior Member
Messaggi: 28
Iscritto il: 19/07/2018, 9:56
Stato: Non connesso

Re: Delibera n. 348/18/CONS

Messaggio da LoryOne » 10/08/2018, 12:23

Predisponi 2 offerte: con modem incluso e con modem escluso.
In entrambi i casi, specifichi i parametri di connessione, così l'assistenza la fai gratuita comunque.
Che differenza ci può essere tra un modem i cui parametri sono già immessi in apposita sezione di configurazione ed un modem che presenta identica sezione ma configurabile, se poi i parametri di connessione sono identici ?
Se la connessione in DSL è parametrizzata secondo standard, qualunque modem/router si connette, poichè qualunque modem/router deve rispondere alle specifiche standard.
Perchè mai il Provider dovrebbe essere fuori specifiche standard ?
Oltretutto, i parametri forniti col router dovrebbero essere tutti accessibili, con specifica della sezione afferente dell'apposito software di configurazione.
L'assistenza in remoto, oltretutto, consentita o meno e di default NON consentita.
La sostituzione gratuita in caso di guasto, è dovuto al fatto che assieme al servizio viene offerto il mezzo di fruizione: quindi se il servizio è disponibile, ma non posso fruirne, tocca a te consentirlo e gratuitamente.
L'assistenza, poi, in cosa si tradurrebbe ?
Practice feeds Skill,Skill limits Failure,Failure enhances Security,Security needs Practice

Avatar utente
RunDLL
Senior Member
Senior Member
Messaggi: 94
Iscritto il: 11/07/2018, 23:12
Stato: Non connesso

Re: Delibera n. 348/18/CONS

Messaggio da RunDLL » 12/08/2018, 21:41

Penso sia pacifico e giusto che il provider se ti deve configurare il router che ti sei comprato da solo chieda un prezzo.

Avatar utente
Marco78
Senior Member
Senior Member
Messaggi: 46
Iscritto il: 21/07/2018, 23:08
Stato: Non connesso

Re: Delibera n. 348/18/CONS

Messaggio da Marco78 » 13/08/2018, 8:00

RunDLL ha scritto:
12/08/2018, 21:41
Penso sia pacifico e giusto che il provider se ti deve configurare il router che ti sei comprato da solo chieda un prezzo.
:clap: :clap: :clap: :handgestures-thumbupright:
:!: l'antivirus migliore?Quello tra la tastiera e la sedia :!:

LoryOne
Senior Member
Senior Member
Messaggi: 28
Iscritto il: 19/07/2018, 9:56
Stato: Non connesso

Re: Delibera n. 348/18/CONS

Messaggio da LoryOne » 13/08/2018, 19:44

Non vedo perchè, visto che i parametri sono costituiti da due indicazioni: Nomenclatura e valore.
Le nomenclature sono standard e riportate in modo identico sui manuali tradotti in più lingue, compreso l'italiano.
In più, se viene riportata anche la dicitura della sezione del software di configurazione sulla quale agire, basta consultare il manuale e trovarla: Diverso è il discorso se l'operatore deve configurare il S.O. dell'utente, ma li il Provider non c'entra nulla.
Practice feeds Skill,Skill limits Failure,Failure enhances Security,Security needs Practice

Rispondi