Miti Sfatati: MS-DOS era solo un acquisto di Microsoft (ed un clone…)

MS-DOS deriva da un clone del CP/M acquistato da Microsoft nel 1981 e successivamente commercializzato da IBM come PC-DOS.

La storia di MS-DOS inizia grazie e con IBM. Nel 1980, anno del lancio del primo PC IBM, l’azienda stava cercando un sistema operativo che potesse girarvi sopra. Inizialmente, si rivolsero alla Digital Research di Gary Kildall, la quale produceva il noto OS CP/M e già disponibile su una vasta gamma di computer dell’epoca. Il resto della storia e delle funzionalità del CP/M sono in questo articolo. L’accordo tra IBM e Kildall fallì, perché la prima voleva una licenza fissa di 250.000 dollari indipendentemente dal numero di copie vendute mentre il secondo voleva delle royalty su ogni singola copia realizzata.

IBM PC 5150.jpg
Il PC IBM con Monitor 5150 Monocromatico. CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=51833

Dopo alcune ricerche, IBM chiese a Microsoft (all’epoca solo di Bill Gates e Paul Allen) di sviluppare un OS per loro. All’epoca, l’azienda di Redmond produceva il Microsoft BASIC il quale era molto popolare e diffuso su molte macchine. I due, vista l’occasione, contattarono la Seattle Computer Products il quale aveva sviluppato il QDOS (Quick & Dirty Operating System). Noto sucessivamente come 86-DOS, non era altro che un clone a 16 bit del CP/M della Digital Research.

Dopo l’acquisto ed una veloce revisione del codice sorgente, l’OS fu inviato ad IBM. Nel 1981 Microsoft acquisì, dopo il risultato positivo da parte dell’azienda produttrice di computer, tutti i diritti dell’86-DOS dalla SCP nel Luglio del 1981. IBM, dopo un controllo più accurato, riscontrò più di 300 bug. Riscrisse le parti errate e cambiò il nome del prodotto in PC-DOS. Entrambe le versioni furono licenziate da Microsoft e IBM. Quelle successive, invece, furono licenziate da Microsoft come MS-DOS e da IBM come PC-DOS.

PC DOS 1.10 screenshot.png
Uno screenshot del PC DOS 1.10

Il successo di MS-DOS

La scelta del sistema operativo per un PC IBM non era obbligata a MS-DOS. Vi si poteva scegliere tra CP/M-86, UCSD p-System, IBM PC-DOS, XENIX (lo UNIX di AT&T con licenza acquistata da Microsoft e riadattata per i PC). Tuttavia, questa scelta era però obbligata dal portafogli. Il CP/M-86 aveva un prezzo di 240 dollari, UCSD all’incirca lo stesso mentre MS-DOS costava solo 39,95 dollari.

 

L’ultima versione di MS-DOS (incorporata in Windows) fu la 8.0 presente in Windows ME.

Francesco Grecucci

Sono nato a Taranto e mi sono diplomato in Informatica e Telecomunicazioni. Ho questo blog dal 2016 e cerco sempre di migliorarlo, ogni giorno. Mi piacciono molto anche la musica, il vintage, le fotografie. Amo molto scrivere, non solo di informatica, ma anche di narrativa. 😉

Francesco Grecucci

Francesco Grecucci

Sono nato a Taranto e mi sono diplomato in Informatica e Telecomunicazioni. Ho questo blog dal 2016 e cerco sempre di migliorarlo, ogni giorno. Mi piacciono molto anche la musica, il vintage, le fotografie. Amo molto scrivere, non solo di informatica, ma anche di narrativa. ;)