Lego Mindstorm, il robot innovativo della Lego

Il Mindstorm, prodotto da Lego, non è uno dei soliti giocattoli con i classici mattoncini, ma un robot programmabile, anche se tramite un semplicissimo programma, per realizzare anche progetti abbastanza complessi. Sul sito della Lego, sono presenti numerosi progetti con relative istruzioni per il montaggio oppure è anche possibile inventare per conto proprio avendo solo tanta fantasia.

Un esempio di Robot Mindstorm NXT assemblato presso l'I.I.S.S. "A.Righi" di Taranto
Un esempio di Robot Mindstorm NXT assemblato presso l’I.I.S.S. “A.Righi” di Taranto

La mente del Lego Mindstorm è il Brick di Controllo al quale vengono collegati tramite dei cavi appositi i vari componenti del Robot sia di input che di output (A,B,C sono di Output) e (1,2,3,4 sono di Input) e sul quale viene caricato il programma da esegurie tramite cavo USB.

21bfff70-7ef7-4192-b55e-bf7a4a4bf5ab
Il Brick di Controllo

Funzionamento del Software Lego

Il software per programmare e caricare i programmi sul Brick di Controllo è disponibile per smartphone e tablet Android e iOs, per Windows e Mac OS X. E’ scaricabile da qui.

Lego2

E’ possibile programmare a blocchi, permettendo di effettuare delle varie operazioni (movimento, attesa, rilevamento dai sensori) che verranno poi caricati sul Brick di Controllo. Ogni blocco comanda una o più uscite/entrate del blocco di controllo a seconda di ciò che è stato collegato ad una di queste, Ad esempio, nel blocco di comando di un motore si possono scegliere tutti i parametri di funzionamento: direzione (anche lo stop del motore), potenza (in percentuale), sterzata (nel caso in cui i motori siano due), la durata del movimento (in rotazioni complete, ovviamente effettuate sempre a seconda della superficie da compiere o in secondi, anche se è sconsigliato nel caso di uno spostamento) e l’azione successiva da fare, se fermarsi o continuare. Chiaramente, ogni blocco verrà programmato, a seconda di come il robot è stato montato. Lego1

Esistono anche blocchi di attesa a seconda del tempo o della lettura dei sensori, come ad esempio quello per l’attesa sino alla lettura da parte del sensore di luce, che emette una luce ed acquisisce dei valori a seconda del riflesso che ritorna da questo fascio di luce. Questo permette, ad esempio, di riconoscere diverse tonalità dei colori. Questo può essere utilizzato, per esempio, per seguire un percorso su una striscia di una determinata tonalità differente da quella della superficie.

Lego3

Un altro esempio di attesa in base ad un sensore è quello del sensore di pressione, che reagisce a seconda della pressione, del rilascio o della pressione ed immediatamente di un rilascio.

Lego4

In entrambi gli esempi, sulla destra, dobbiamo selezionare la porta di entrata su cui sono collegati i sensori.

Strutture di Programmazione

Lego5
Esempio di Struttura Ciclica. Infatti, è possibile programmare sul Lego Mindstorm con le tipiche strutture logiche di programmazione, come la selezione (switch) e l’iterazione(loop). A seconda di una condizione dettata dalla lettura di un sensore, possono essere effettuate azioni di output/attesa finchè viene soddisfatta questa condizione. Una situazione l’abbiamo con lo Switch.

Quanto costa un Lego Mindstorm?

All’incirca un Lego Mindstorm EV3 (successivo al NXT) costa intorno ai 400 euro ed è acquistabile su internet (ad esempio su Amazon.it).

LEGO Mindstorms 31313 - Mindstorms 2013 EV3
La confezione del Mindstorm EV3 (immagine presa da amazon.it)
Il kit all’interno della confezione (immagine da commons.wikimedia.org)

Non converrebbe farlo con Arduino?

Il prezzo è molto più alto di un kit starter di Arduino. Ma Arduino è più complicato, ed è possibile realizzare progetti studiati e creati da 0. Con il Lego Mindstorm, invece, si hanno già dei componenti pronti per potersi concentrare sulle funzionalità e sull’aspetto estetico.

Francesco Grecucci

Sono nato a Taranto e mi sono diplomato in Informatica e Telecomunicazioni. Ho questo blog dal 2016 e cerco sempre di migliorarlo, ogni giorno. Mi piacciono molto anche la musica, il vintage, le fotografie. Amo molto scrivere, non solo di informatica, ma anche di narrativa. 😉

Francesco Grecucci

Francesco Grecucci

Sono nato a Taranto e mi sono diplomato in Informatica e Telecomunicazioni. Ho questo blog dal 2016 e cerco sempre di migliorarlo, ogni giorno. Mi piacciono molto anche la musica, il vintage, le fotografie. Amo molto scrivere, non solo di informatica, ma anche di narrativa. ;)