DarkNet: quando il web non è ciò che sembra

Ogni giorno utilizzi social network, motori di ricerca, webmail, GrecTech.it e tanto altro ancora… ma forse non sai che il Web è come un iceberg…

Tutti i siti che visiti ogni giorno sono soltanto la punta di esso: il cosidetto “Surface Web”, al di sotto vi sono il DeepWeb e il DarkNet.

Il DeepWeb è quella parte dell’iceberg che puoi visitare semplicemente con “maschera e boccaglio” e comprende tutti quei siti web non indicizzati dai motori di ricerca ma comunque visitabili.

La DarkNet necessita di “strumenti da immersione”. L’accesso a queste reti avviene, infatti, tramite software specifici che fanno da ponte tra internet e la Darknet: come il browser Tor. L’immersione comporta, ovviamente, dei rischi, perché nella DarkNet puoi trovare di tutto (ma davvero di tutto…) e non siamo nel massimo della legalità!

Risultati immagini per Tor Browser

WikiLeaks, sito che contiene documenti coperti da segreto militare, di Stato, industriale, bancario e di cui avrai sicuramente sentito parlare, può essere visitato soltanto mediante browser Tor.

Della Darknet si servono anche organizzazioni criminali, trafficanti di armi, trafficanti di droga, trafficanti di organi e chi più ne ha più ne metta. Quante cose accadono in Internet mentre controlli la posta…vero?!

Attenzione: Non è assolutamente mia intenzione promuovere qualsiasi attività illegale e non mi assumo alcuna responsabilità circa l’utilizzo che puoi fare di queste nozioni. Ti sto solamente dicendo in cosa consiste il web sommerso, non di usarlo!

Francesco Grecucci

Mmh…c’è tanto da dire, ma non ti annoierò! Ho questo blog dal 2016 e studio all’ultimo anno di Informatica alle superiori a Taranto, in Puglia. Mi piacciono molto i vecchi computer, la fotografia e la musica. Ho anche scritto un libro, ma quella è un’altra storia…

Francesco Grecucci

Francesco Grecucci

Mmh...c'è tanto da dire, ma non ti annoierò! Ho questo blog dal 2016 e studio all'ultimo anno di Informatica alle superiori a Taranto, in Puglia. Mi piacciono molto i vecchi computer, la fotografia e la musica. Ho anche scritto un libro, ma quella è un'altra storia...