Cosa è il Visualizzatore Eventi e a cosa serve

Windows possiede un programma nel quale sono riportati tutti gli eventi (informazioni, avvisi ed errori) del sistema operativo e degli applicativi installati.

L’utility è presente nella cartella Strumenti di Amministrazione nel pannello di controllo, con il nome di Visualizzatore Eventi. 

Aprendola, avremo un classico pannello della Microsoft Management Console, quindi chi è abituato ad utilizzare pannelli simili come Servizi o Gestione Computer, sa già come ambientarsi.

A cosa serve?

Esempio n.1: Il PC si è riavviato ed ha mostrato una schermata blu di errore ma non siamo riusciti a capirne la causa: basta recarci nel Visualizzatore Eventi e trovare il momento in cui è accaduto per scoprire la causa e la modalità dell’errore.

ErroreVisuEventi
Attenzione: il visualizzatore eventi tiene traccia di tutti gli errori avvenuti, quindi scegli quello giusto per le tue indagini!

Esempio n.2: Dobbiamo “investigare” su eventuali aggiornamenti o programmi installati, su un eventuale avvio del PC mentre non c’eravamo o qualsiasi altra cosa che il computer abbia fatto: basta recarci nel Visualizzatore Eventi, e tra le informazioni possiamo trovare tutto ciò di cui abbiamo bisogno.

InfoVisuEventi
Adesso so che alle 23.27 del 18/09/2016 ho “svegliato” il mio notebook dallo stand-by.

Insomma, in poche parole, il Visualizzatore Eventi ci elena tutto ciò che il nostro sistema operativo ed i programmi installati hanno fatto.

Francesco Grecucci

Mmh…c’è tanto da dire, ma non ti annoierò! Ho questo blog dal 2016 e studio all’ultimo anno di Informatica alle superiori a Taranto, in Puglia. Mi piacciono molto i vecchi computer, la fotografia e la musica. Ho anche scritto un libro, ma quella è un’altra storia…

Francesco Grecucci

Francesco Grecucci

Mmh...c'è tanto da dire, ma non ti annoierò! Ho questo blog dal 2016 e studio all'ultimo anno di Informatica alle superiori a Taranto, in Puglia. Mi piacciono molto i vecchi computer, la fotografia e la musica. Ho anche scritto un libro, ma quella è un'altra storia...