Cosa è ReactOS e perché somiglia tanto a Windows

ReactOS è un sistema operativo libero con l’obiettivo di essere compatibile al 100% con tutto ciò che è stato realizzato per Windows.

Nato nel lontano 1998, ReactOS è ancora in fase di sviluppo a vent’anni di distanza. Si può definire quasi un clone di Windows, ed effettivamente ha una struttura interna molto simile. L’obiettivo principale è la piena compatibilità di applicazioni e driver per dispositivi sviluppate per Windows 2000, XP, 2003, Vista, 7, 8 e 10. ReactOS1.PNG

Una prima beta sarà la versione 0.5.0 e garantirà un’interfaccia più moderna. Attualmente (18 Novembre 2018), siamo alla 0.4.10 rilasciata il 6 Novembre 2018.

Il progetto è nato nel 1996 e prendeva il nome di FreeWin95. L’obiettivo primario era quello di creare un sistema operativo compatibile con Windows 95, anche se alla fine ci si rese conto che ormai era un qualcosa sul quale non valeva più la pena puntare. Da lì è nato ReactOS (React=rivoluzione contro il monopolio microsoft, OS=sistema operativo).

2018-11-18 20_05_16-Window

ReactOS è composto interamente da sofware libero ed è stato scritto completamente da zero, con la pratica del Clean Room Reverse Engineering. Questo tipo di ingegneria inversa è un metodo per copiare dei prodotti senza infrangere le leggi del copyright. Ciò significa che il team di design lavora in un ambiente di sviluppo pulito o comunque non contaminato dalle conoscenze delle tecniche utilizzate dal concorrente. In poche parole, si crea un qualcosa di simile ma fatto in modo diverso. Non è, dunque, basato su Kernel Linux e non ha nulla a che vedere con Unix.

E’ scritto principalmente in C, con alcuni elementi in C++. Il software è distribuito con licenza GNU General Public License, GNU Lesser General Public License (in genere si utilizza questo tipo di licenza con le librerie) e BSD. Il kernel, a contrario di quello che si possa pensare, è molto stabile con molte API per lo sviluppo. Molte applicazioni funzionano anche grazie a Wine.

Requisiti minimi

  • 64 MB di RAM (consigliati 256MB);
  • Hard-disk IDE o SATA, minimo 500MB di spazio;
  • CPU x86 Intel Pentium o superiore;
  • Scheda video VGA (VESA BIOS v2.0 o superiore);
  • Tastiera e mouse PS/2 o USB.

Alcuni componenti possono funzionare grazie ai driver per Windows 2000/XP.

Francesco Grecucci

Sono nato a Taranto e mi sono diplomato in Informatica e Telecomunicazioni. Ho questo blog dal 2016 e cerco sempre di migliorarlo, ogni giorno. Mi piacciono molto anche la musica, il vintage, le fotografie. Amo molto scrivere, non solo di informatica, ma anche di narrativa. 😉

Francesco Grecucci

Francesco Grecucci

Sono nato a Taranto e mi sono diplomato in Informatica e Telecomunicazioni. Ho questo blog dal 2016 e cerco sempre di migliorarlo, ogni giorno. Mi piacciono molto anche la musica, il vintage, le fotografie. Amo molto scrivere, non solo di informatica, ma anche di narrativa. ;)