Cosa è, e perché migrare ad un Disco a Stato Solido (SSD)?

I computer si sono evoluti nel corso degli anni, aumentando notevolmente le loro prestazioni e la capacità di memorizzazione. Gli Hard Disk sono arrivati ad oltre 6 TB (6144 GB) ma la loro tecnologia sta divenendo antiquata…

Gli Hard Disk sono rumorosi, invecchiano e perdono colpi (ma soprattutto dati), sono fragilissimi e soprattutto sono lenti. Hanno componenti meccanici e magnetici e la velocità di un buon hard disk è di 7400 giri al minuto massimi, una velocità che si otteneva già nel 1995 con gli HD da 8GB!

Conoscete tutti le memorie flash, vero? Quelle che abbiamo nello smartphone o che inseriamo nella nostra fotocamera al posto del vecchio rullino o le famose Pen Drive? Allora perché non utilizzare questo tipo di memoria veloce, senza parti meccaniche, resistente, a basso consumo e a bassa emissione di calore nel nostro PC?

Di D-Kuru - Opera propria, CC BY-SA 3.0 at, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=19623983
Di D-Kuru – Opera propria, CC BY-SA 3.0 at, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=19623983

La risposta a questa domanda è il Solid State Drive, o SSD: Il futuro dei supporti di memorizzazione. Al momento è consigliato come unità di sistema, data la scarsa capacità di memorizzazione a parità di costo che ha rispetto ad un HDD e la peggiore permanenza dei dati quando non alimentato, e in modo differente a seconda della temperatura d’esposizione. Infatti, è consigliabile avere per i dati sensibili un buon Hard Disk esterno, magari da 1TB. 

Quali sono i vantaggi di una unità SSD?

I vantaggi si notano sin da subito:

  • accendendo il PC, il sistema operativo sarà pronto dopo pochi istanti, anche su PC datati;
  • prendendo in mano un notebook con un SSD noteremo una riduzione di peso;
  • sollevando un PC fisso, noteremo che la maggior parte del peso era a causa del pesante HDD;
  • non sentiremo più rumori fastidiosi durante le operazioni di lettura/scrittura;
  • non avremo più tanto da preoccuparci se muoviamo un notebook/netbook, poiché l’ unità SSD non soffre degli spostamenti;
  • i tempi di accesso e di archiviazione saranno ridotti: si lavorerà nell’ordine dei decimi di millisecondo;
  • il disco avrà solo bisogno di una veloce ottimizzazione e non più di una lunghissima deframmentazione;

Per velocizzare notevolmente il nostro PC o per avere meno preoccupazioni se lo usiamo quando siamo in movimento, l’SSD è la migliore ed attuale soluzione ai nostri problemi!

Francesco Grecucci

Sono nato a Taranto e mi sono diplomato in Informatica e Telecomunicazioni. Ho questo blog dal 2016 e cerco sempre di migliorarlo, ogni giorno. Mi piacciono molto anche la musica, il vintage, le fotografie. Amo molto scrivere, non solo di informatica, ma anche di narrativa. 😉

Francesco Grecucci

Francesco Grecucci

Sono nato a Taranto e mi sono diplomato in Informatica e Telecomunicazioni. Ho questo blog dal 2016 e cerco sempre di migliorarlo, ogni giorno. Mi piacciono molto anche la musica, il vintage, le fotografie. Amo molto scrivere, non solo di informatica, ma anche di narrativa. ;)